Aspartame: Danno o beneficio? La scienza risponde

aspartame

L’aspartame è uno dei tanti dolcificanti disponibili  sul mercato.

Utilizzato principalmente per aggiungere dolcezza a cibi e bevande mantenendoli a basso contenuto calorico ed evitando lo zucchero.

L’aspartame è stato approvato negli Stati Uniti per l’uso alimentare nel 1981 dalla Food and Drug Administration (FDA), e da allora, nella composizione di Coca-Cola e Pepsi, gomme e yogurt, questo controverso dolcificante ha iniziato a diffondersi in tutto il pianeta.

Come dolcificante artificiale, l’aspartame è di origine sintetica: è stato prodotto in laboratorio.

Come è fatto?

L’aspartame è il risultato di una combinazione chimica di due amminoacidi: acido aspartico e L-fenilalanina.

Aspartame: danno o beneficio
Isomeri e componenti dell’aspartame

La produzione di questi due amminoacidi richiede l’utilizzo di due tipi di batteri: Brevibacterium flavum e Corynebacterium glutamicum. Questi batteri vengono aggiunti a un serbatoio contenente tutto ciò di cui hanno bisogno per crescere, come zuccheri e fonti di carbonio e azoto.

La comunità batterica, che ha raggiunto una densità sufficiente, viene posta in un fermentatore, dove fermentano / producono aminoacidi – acido aspartico e fenilalanina.

I produttori utilizzano una centrifuga per separare gli amminoacidi dai batteri.

Successivamente, gli amminoacidi subiscono un processo di cristallizzazione ed essiccazione. Quindi la fenilalanina viene miscelata con metanolo per ottenere il composto L-fenilalanina metil estere.

Dopo che l’acido aspartico ha subito la propria modifica, i due amminoacidi vengono miscelati in un reattore dove gli amminoacidi vengono riscaldati, quindi raffreddati, filtrati ed essiccati.

Infine, il composto risultante viene miscelato con acido acetico per convertirlo in aspartame. Il processo completo (e più dettagliato) per produrre l’aspartame è disponibile qui.

Punto chiave: l’  aspartame è un dolcificante artificiale sintetico sintetizzato dagli amminoacidi acido aspartico e L-fenilalanina.

Qual è l’assunzione giornaliera accettabile di aspartame?

La “dose giornaliera accettabile” (DGA) è una stima della quantità sicura di una sostanza per il consumo quotidiano per tutta la vita.

Secondo la FDA, l’aspartame ha una “dose giornaliera accettabile” (DGA) di 50 mg per chilogrammo di peso corporeo.

In altri paesi, la DGA è leggermente più severa e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) raccomandano un massimo di 40 mg per chilogrammo di peso corporeo per l’aspartame.

Utilizzando il requisito EFSA di 40 mg, si può concludere che una persona di 60 kg può consumare in sicurezza 2400 mg di aspartame al giorno. Cola dietetica standard da banca contenente circa 125 mg di aspartame.

Punto chiave:  secondo la FDA e l’EFSA, la dose giornaliera accettabile di aspartame è di circa 20 lattine di Diet Coke.

L’aspartame è sicuro o dannoso per me?

Molte persone e organizzazioni, inclusa la FDA, credono che l’aspartame sia sicuro.

D’altra parte, c’è anche chi crede che l’aspartame abbia effetti negativi sulla salute. Ad esempio, alcune voci influenti di Internet affermano che l’aspartame è tossico e pericoloso.

Questo sembra essere un argomento comune a tutti i dolcificanti artificiali, non solo all’aspartame, e anche i dolcificanti come il sucralosio sono oggetto di accesi dibattiti.

Perché l’aspartame è una preoccupazione?

Le principali preoccupazioni sull’aspartame sono legate ai composti in cui si scompone nel corpo.

Questi componenti di ripartizione includono:

  • Acido aspartico
  • fenilalanina
  • Metanolo (che si decompone ulteriormente in formaldeide)

Un’affermazione comune da parte di coloro che sospettano dell’aspartame è che alti livelli di acido aspartico possono essere neurotossici. Inoltre, il metanolo è una tossina e la formaldeide è un noto cancerogeno, anch’esso oggetto di molta attenzione ( 6 ).

Tuttavia, il consumo di aspartame non aumenta la concentrazione di metanolo o formaldeide al di sopra dei livelli normali nel sangue.

Benefici imputati all’aspartame

Il danno dello zucchero e il pericolo di calorie in eccesso è un argomento molto popolare, soprattutto tra il pubblico femminile giovane, che non vuole limitarsi a qualcosa come i dolci. I venditori di aspartame corrono in soccorso nel ruolo di un “compromesso salvifico”.

Il dolcificante aspartame è uno dei sostituti dello zucchero più popolari negli alimenti e nelle bevande a basso contenuto calorico, comprese le bibite dietetiche. È anche un componente di alcuni farmaci.

Danno imputato all’aspartame

L’aspartame aumenta il rischio o le cause:

  • male alla testa
  • vertigini
  • convulsioni
  • depressione
  • disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD )
  • Il morbo di Alzheimer
  • sclerosi multipla
  • cancro
  • lupus
  • difetti di nascita

L’esposizione all’aspartame può aggravare l’epilessia, causare ipersensibilità chimica e oltre 92 altri sintomi, inclusa la morte. 

Chi dovrebbe evitare l’aspartame?

Le persone con le seguenti condizioni dovrebbero evitare l’aspartame:

Fenilchetonuria

La fenilchetonuria è una malattia metabolica ereditaria con un aumento dei livelli ematici dell’aminoacido essenziale fenilalanina.

La fenilalanina è uno dei tre composti presenti nell’aspartame. Tuttavia, l’aspartame come integratore alimentare fornisce quantità inferiori di fenilalanina rispetto alle fonti alimentari convenzionali come carne, pesce, uova e latticini.

Discinesia tardiva

La discinesia tardiva, o – un disturbo neurologico, provoca movimenti bruschi e incontrollati a scatti del viso e del corpo. Molto spesso ciò si verifica a causa dell’uso prolungato di farmaci psicotropi.

Alcune ricerche sulle cause della discinesia ritardata suggeriscono che la fenilalanina può indurre movimenti muscolari simili.

Interazioni farmacologiche

L’aspartame interagisce con Coumadin, Dilantin, antidepressivi, altri farmaci psicotropi e tutti i farmaci per il cuore. Porta a un cambiamento nelle proteine ​​​​del sangue a cui sono attaccati i farmaci. Provoca disturbi metabolici negli anziani, aumentando la loro vulnerabilità alle reazioni ai farmaci. 

Dott. James Bowen sottolinea che l’aspartame interagisce con quasi tutti i farmaci e alcuni additivi, compresi i vaccini.

Il Dr. Blaylock ha sviluppato un programma per disintossicare il corpo dall’aspartame

I diabetici e coloro che cercano di perdere peso non dovrebbero usare l’aspartame?

Con oltre 50 anni di esperienza, il Dr. Roberts, uno specialista del diabete, sottolinea che l’aspartame può accelerare lo sviluppo del diabete , imitare ed esacerbare la retinopatia e la neuropatia diabetica, causare convulsioni nei diabetici e interagire con l’insulina. I suoi pazienti notano un notevole miglioramento quando evitano l’aspartame. Non c’è un solo studio che dimostri che il consumo di aspartame aiuta nella lotta contro l’obesità. Ma ci sono studi che dimostrano che induce il desiderio di carboidrati, portando ad un aumento di peso. I dolcificanti alternativi più sicuri includono la stevia, lo xilitolo (attenzione: può essere un lassativo in dosi elevate).

L’aspartame è una neurotossina e cancerogena

I principali effetti collaterali dell’aspartame sul corpo sono neurotossici e cancerogeni.

Effetti neurotossici: mal di testa, vertigini, squilibrio, perdita di memoria, affaticamento e altri sintomi neurologici. Il 50% di fenilalanina nell’aspartame abbassa la soglia convulsiva e impoverisce la serotonina e può causare depressione bipolare o maniacale, sbalzi d’umore, paranoia, allucinazioni e tendenze suicide.

Effetti cancerogeni dell’aspartame.

“Mangia, bevi e fatti seppellire: l’aspartame è cancerogeno “

Aspartame: danno o beneficio
Immagine  della salute di Freedom News)

L’ articolo discute l’esperienza del rinomato ricercatore italiano sul cancro Dr. Morando Soffritti, direttore del Collegium Ramazzini, un’accademia di 180 esperti di salute sul lavoro e ambientali di fama internazionale provenienti da oltre 30 paesi.

Leave a Comment

en_USEnglish