Biodiversity Conservation: la nuova priorità mondiale

Biodiversity Conservation

La conservazione della biodiversità è fondamentale per lo sviluppo economico e la riduzione della povertà. Circa il 70% dei poveri del mondo vive in aree rurali dove dal 50% al 90% dei mezzi di sussistenza proviene da beni non commercializzati e servizi ecosistemici.

Il settore agricolo è fortemente dipendente dai servizi generati dalla biodiversità e dagli ecosistemi naturali vicini che forniscono servizi chiave come l’impollinazione, il controllo dei parassiti, la diversità genetica, la ritenzione del suolo, la struttura e la fertilità, l’approvvigionamento idrico, ecc.

Sebbene vi sia sicuramente una maggiore adozione di buone pratiche agricole, sono ancora abbondanti le pratiche non sostenibili in agricoltura che causano al contempo un sostanziale degrado ambientale, perdita di biodiversità e una progressiva perdita di produttività agricola.

L’approccio di SAN si concentra sulle cinque principali cause di pressione sulla biodiversità: cambiamento climatico, perdita e degrado dell’habitat, eccessivo carico di nutrienti e altre forme di inquinamento, sfruttamento eccessivo e uso non sostenibile e specie aliene invasive.

Contribuire positivamente dell’impatto

Ecco le soluzioni per la conservazione e la gestione della biodiversità che mirano a:

  • Identificare tutti gli ecosistemi naturali vicini e le aree protette al fine di implementare migliori pratiche di conservazione.
  • Evitare il degrado e la distruzione degli ecosistemi naturali.
  • Stabilire zone cuscinetto per prevenire qualsiasi alterazione dell’equilibrio degli ecosistemi naturali.
  • Mantenere, ripristinare e aumentare le coperture della chioma non coltivate e proteggere i grandi tre nativi.
  • Identificare le specie protette e in via di estinzione che hanno il loro habitat all’interno o vicino alle operazioni.
  • Evitare l’introduzione e la diffusione di specie aliene.
  • Le aziende agricole che lavorano con SAN sono in grado di proteggere il loro ambiente naturale e la biodiversità e di effettuare valutazioni di impatto ambientale e sociale (ESIA).

Leave a Comment

en_USEnglish